IN CILE TRA SCENARI CROCEVIA DI ISPIRAZIONI LETTERARIE

Un percorso che sfida i contrasti e gli incanti dei luoghi ritratti dall’estro dei suoi autori più celebri.

Condividi:

Il Cile è un’esperienza che amplifica i sensi, lasciando ricordi indimenticabili solo vivendolo in prima persona: ammirandone l’immensità dei paesaggi, ascoltandone i suoni e i silenzi, annusandone i profumi si ha la possibilità di comprendere come il potere dei luoghi abbia potuto ispirare alcuni dei versi e dei libri più apprezzati della letteratura sudamericana.

È lì dove le Ande incontrano l’Oceano e i deserti lasciano spazio ai ghiacci che il viaggiatore ritrova la forza evocativa degli spazi ancestrali e apocalittici che lo hanno emozionato e fatto sognare leggendo le parole di Pablo Neruda, Marcela Serrano, Isabel Allende e Luis Sepúlveda a cui questa terra di confine ha dato i propri natali.

Un itinerario letterario sulle strade del Cile, dopo aver attraversato gli altipiani, il Deserto di Atacama e le verdi regioni del nord, inizia sentimentalmente ai piedi della Cordillera Andina, teatrale scenografia della capitale Santiago dove i nuovi simboli dell’architettura contemporanea si sono sviluppati accanto al suo centro storico e ai suoi quartieri d’epoca. Il Palacio de La Moneda ne rappresenta l'edificio di maggior valore storico: sede del governo cileno di oggi, fu teatro del violento e sanguinario colpo di stato che nel 1973 ha portato al potere i regimi socialisti e populisti che hanno segnato la storia sociale del paese come descritto nelle pagine cariche di passione di Isabel Allende. Da non perdere il cambio ufficiale della guardia e le splendide decorazioni multicolore del Salón Independencia, la più elegante delle sue stanze.

Per le strade di Santiago onnipresente sarà la figura di Pablo Neruda, il cui volto campeggia sui muri di case, musei e palazzi. Sulla collina di San Cristobal, il santo protettore dei navigatori, nel quartiere bohémien di Bellavista ha sede la sua residenza ufficiale in città, affettuosamente soprannominata la Caschona, cioè la "spettinata", in onore dei famosi capelli ribelli della sua amante Matilde Urrutia. Unica tra le sue dimore a sorgere lontano dalla costa, fu progettata comunque per richiamare in ogni suo dettaglio l’amore del premio Nobel cileno per l’acqua e il mare: l’edificio è a forma di nave ed accanto alla sala da pranzo scorre un piccolo ruscello.

Le abitazioni del poeta sono state definite come le sue “poesie immobiliari”: scritte con gli oggetti anziché con le parole, hanno da sempre rimandato con il loro stile e le collezioni di ricordi al loro interno all’atmosfera della terra natale di Neruda, Temuco, piccolo centro nel sud del paese dove i pionieri affrontavano la vita dura della Frontera arrangiandosi con ingegno e scarso denaro, costruendosi case di legno grezzo e accumulando gli oggetti più disparati.

Meravigliosa la cornice panoramica della sua Sebastiana a Valparaiso concepita come un faro sugli scogli con vista sull'oceano, perfettamente integrata nello spirito della città principale porto del Cile. È un’atmosfera nostalgica quella che avvolge quello che è stato il più importante scalo di viaggio delle Americhe sino all’apertura del Canale di Panama: l’antico splendore marittimo si respira soprattutto nel suo colorato centro Patrimonio dell’Umanità Unesco, e nelle sue celebri ventidue funicolari, risalenti al periodo più florido del porto cileno tra la fine dell’800 e l’inizio del XX secolo, mezzo di trasporto veramente unico per spostarsi verso i belvederi mozzafiato sulla baia.

È nel piccolo centro di Isla Negra che ha sede la casa più amata da Neruda, una nave ormeggiata su un tratto roccioso della costa che ispirò molti dei suoi più celebri versi naturalistici. Qui scelse di essere sepolto, dopo avervi trascorso gli ultimi anni della sua vita, eternamente unito di fronte al mare con la terza moglie Matilde Urrutia: al suo interno bottiglie colorate, opere d'arte, libri, stampe cinesi, mappe, sestanti e tanti ricordi di viaggio.

Scendendo verso i confini australi del paese si arriva all’arcipelago di Chiloè, silenziosa oasi di calma e tranquillità, che apre le porte all’aspra e selvaggia Patagonia cilena. L’incantevole striscia di terra, lunga centottanta chilometri e larga poco più di cinquanta, preserva il fascino autentico del piccolo centro abitato da persone che vivono di pesca e natura in condizioni climatiche spesso estreme. Culla di antiche leggende del mare, oltre alle pittoresche palafitte colorate, si distingue per la moltitudine di chiese gesuite in legno protette dall’Unesco. I ritmi di vita semplici fatti di magnifici tramonti, solidi valori e rispetto reciproco hanno ispirato le ambientazioni dei libri di Isabel Allende e Marcela Serrano che in questi luoghi cercavano il volto tradizionale di un Cile sempre più impegnato nelle sfide con la modernità.

Una dimensione umana perduta che ha affascinato le due scrittrici proprio come la natura sconfinata e misteriosa della Patagonia ha ammaliato Sepúlveda: terra estrema, dove i ghiacci regnano incontrastati e la sopravvivenza è una conquista, rimasta vergine fino agli inizi del XX secolo, quando è iniziata la sua colonizzazione. Il Parco Nazionale Torres del Paine rappresenta il più celebrato monumento naturale di questa parte del mondo, una regione così vasta e colma di avventure che descriverle sarebbe riduttivo... pronti a partire per lasciarvi ispirare come i grandi autori cileni?

SCEGLIERE LATAM AIRLINES GROUP PER VOLARE VERSO UNA DESTINAZIONE MAGICA!

La fusione di LAN e TAM offre numerosi i vantaggi ai passeggeri che scelgono di volare verso il continente sudamericano.
L'interconessione della rete raggiunge 135 destinazioni in 24 paesi, garantendo migliori orari e una maggiore frequenza di voli.
LATAM Airlines Group effettua voli giornalieri diretti da Milano a San Paolo, oltre a collegamenti da altre città italiane anche via Francoforte, Parigi, Londra e Madrid.
La flotta aerea, sottoposta ad aggiornamenti periodici, è tra la più moderne sul mercato ed offre cabine passeggeri che si distinguono per la loro comodità ed esclusività, oltre che per l’ampia offerta di intrattenimento a bordo.
Capillari, affidabili e puntuali i collegamenti interni del Sud America.
Sono sedici le affascinanti destinazioni raggiunte in Cile tra cui Santiago, Calama per raggiungere l’immenso deserto di Atacama, Punta Arenas porta sui selvaggi panorami di Torres del Paine, la misteriosa Isola di Pasqua e Puerto Varas.
Consultate il sito www.latamairlinesgroup.net per conoscere tutti i vantaggi e i sevizi disponibili per volare secondo le condizioni e la qualità che desiderate da sempre!

Emirates

Il Quality Group