Condividi:

VAN GOGH A VICENZA, PERLA DEL RINASCIMENTO

3 giorni, 2 notti
QUOTE495

Visitare Vicenza e le ville palladiane è sempre una grande emozione e diviene esperienza imperdibile con la sensazionale mostra su Van Gogh. Tra il grano e il cielo, la più vasta mai dedicata in Italia all’artista olandese: nella sede ampia e meravigliosa della Basilica Palladiana, oltre 120 capolavori di Van Gogh, accanto a dipinti di Millet e degli esponenti della Scuola dell’Aia ricompongono in modo inedito il contesto nel quale l’artista si è formato e ha creato i suoi quadri di maggiore intensità espressiva.

  • Italyscape

Attenzione, leggere le note informative


Giorno/Località
  • 1 VICENZA
  • 2 LE VILLE DEL VICENTINO
  • 3 MOSTRA DI VAN GOGH - VICENZA
<
>
Date di partenza Quote da (valori espressi in euro per persona)
Previous DoppiaSingola
06/10/2017 495 685
Next I prezzi sono indicativi, si prega di contattare l'agenzia di viaggio per verificarne l'aggiornamento e la disponibilità
Torna all'inizio

Itinerario Giornaliero

1° giorno

VICENZA
Incontro del gruppo in hotel nel primo pomeriggio e passeggiata lungo il Corso, “salotto” di Vicenza, antico decumano dove sorgono molti palazzi palladiani; «le loro facciate sono le pareti della via intesa come un’architettura aperta, continua, transitabile, il cui soffitto è il cielo».
Visita al Teatro Olimpico, il più antico teatro coperto al mondo. Questa è l'ultima opera di Palladio e sommo capolavoro, le cui forme discendono dalla teoria e dalla storia e tramano significati di grecità incentrati nella cavea semiellittica e nella scena monumentale, dove si aprono strade di nobile architettura in prospettive tese e sfuggenti.
Dove un tempo era l’area portuale sorge Palazzo Chiericati, la più scenografica fra le residenze cittadine progettate da Palladio, i cui splendidi saloni affrescati sono sede del Museo Civico. Visita mirata alle preziose collezioni, basilari per comprendere i rapporti fra le arti figurative e l’architettura veneta del ‘500: Paolo Veronese, prediletto da Palladio, e i maestri della Scuola Vicentina, collaboratori ricorrenti dell’architetto. Ricchissime le raccolte di bozzetti e progetti autografi di Palladio e Scamozzi, come le collezioni d’arte, dove emergono P. Veneziano, Memling, Tintoretto, Bassano, Sansovino e i Tiepolo.
Cena libera e pernottamento in hotel.
Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle G Boutique Hotel 4* o equivalente
Vicenza

2° giorno

LE VILLE DEL VICENTINO
Prima colazione in hotel. Partenza in pullman privato per un singolare itinerario alla scoperta di una costellazione di capolavori siglati da Palladio o legati al vasto fenomeno del palladianesimo: residenze signorili e luoghi di vita colta e raffinata in campagna, dove risiedevano gli interessi della famiglia titolare. Sosta a Thiene e visita di Villa Da Porto Colleoni, straordinario esempio di residenza pre-palladiana, unico del suo genere per caratteristiche tipologiche e destinazione funzionale, caposaldo nell’evoluzione delle ville venete. Il fabbricato padronale, immerso nel vasto parco romantico, domina sulla grande corte cinta da mura merlate. Fra le costruzioni di servizio vi sono la fattoria, dimora del gastaldo, la colombara, le serre, le sfarzose scuderie e le barchesse porticate. Visita di Villa Godi Malinverni nella vicina Lugo di Vicenza. Opera prima di Palladio, che la cita ne I Quattro Libri dell’Architettura, conserva interni splendidamente affrescati a soggetto mitologico ed è stata set per «Senso» di Visconti. Di grande interesse sono le cucine, emblematiche della concezione palladiana nella localizzazione dei vani di servizio. Al giovane architetto si deve anche l’armonioso disegno del giardino a emiciclo.
Pranzo in ristorante di tradizione con specialità locali, nella cornice unica e suggestiva delle barchesse di Villa Godi Malinverni.
Trasferimento a Sarcedo e visita di Villa Capra Bassani, ai piedi dell’Altopiano di Asiago, che si presenta ricca di sontuosi affreschi e circondata da vigneti. L’aristocratica dimora conserva intatti l’antico fascino e la magia neo-palladiana, felice epilogo di una tipologia e di uno stile che avevano visto la luce nella prima metà del ‘500, rimanendo pressoché immutati sino al tardo ‘700, dilatati a dimensione mondiale come fenomeno di gusto precursore del Neoclassicismo.
Rientro a Vicenza, cena libera e pernottamento in hotel.
Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle G Boutique Hotel 4* o equivalente Prima colazione e pranzo
Villa Godi Malinverni

3° giorno

MOSTRA DI VAN GOGH - VICENZA
Prima colazione in hotel. Visita guidata alla mostra “Van Gogh. Tra il grano e il cielo”, la più grande mostra monografica sul genio olandese mai realizzata in Italia. La mostra è allestita nell’incomparabile scenario della Basilica Palladiana, «casa regale» dalle tradizionali botteghe d’oreficeria al pianterreno, che ha come nucleo il Palazzo della Ragione d’età gotica e come rivestimento le logge con la caratteristica copertura a carena rovescia, realizzate da Andrea Palladio. Passeggiata nel cuore del centro storico di Vicenza, patrimonio Mondiale dell’Unesco e in particolare in Piazza dei Signori, platea Grande medievale dov’era il foro romano, fulcro del sistema delle piazze centrali. Oltre alla Basilica e all’adiacente Torre Bissara, si prospettano la Loggia del Capitaniato, antica sede del reggente militare della Repubblica di Venezia, incompiuta ma pienamente espressiva della maturità palladiana; il Palazzo del Monte di Pietà, che annette nel lungo prospetto la trecentesca Chiesa di San Vincenzo (officiata in latino) e chiude il lato settentrionale della piazza, suggerendo con la sua scialbata affrescatura a scene bibliche l’immagine dell’urbs picta rinascimentale. Come “parete ottica” a ideale limite dell’antica platea, sono due colonne evocative dei poteri, temporale e spirituale, cui s’affidava la città: Colonna del Leone, rimarcante il dominio veneziano, e Colonna del Redentore, sormontata dall’omonima statua. Nell’adiacente Piazza delle Biade resta la porta bifronte di Palazzo del Podestà, creata da Palladio, cui si deve anche il portale della vicina Chiesa di Santa Maria dei Servi.
Tempo a disposizione per il pranzo libero.
Visita alla Collezione di icone russe nel barocco Palazzo Leone Montanari, con la scenografica Loggia d’Ercole e l’affrescata Galleria delle Verità. È la più importante raccolta di icone fuori della Russia, unica nel suo genere a livello nazionale e tra le prime in Occidente per ampiezza cronologica e tematica.
Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Prima colazione
Van Gogh. Tra il grano e il cielo

Il Quality Group