DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Birmania: Antichi Regni

Durata 13 giorni, 10 notti
QUOTE A PARTIRE DA: 2186
  • Mistral Tour

Esclusiva Mistral Tour

Descrizione del tour

Un nuovo itinerario che comprende i luoghi di maggior interesse delle Birmania, la straordinaria Roccia d’Oro e gli incontaminati paesaggi del sud dello stato dei Mon.

Luoghi visitati

Yangon, Bagan, Mandalay, Lago Inle, Golden Rock, Mawlamyine, Hpa An

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia/Bangkok

Partenza con il volo intercontinentale Thai Airways. Pasti e pernottamento a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Partenza dall'Italia.


2

Bangkok/Yangon

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Sule Shangri-La 4* o sim

Arrivo e proseguimento per Yangon. Dopo le formalità per l’ingresso ed il ritiro dei bagagli, incontro con la guida e trasferimento in hotel (le camere saranno disponibili a partire dalle ore 14,00). Si inizia con un giro nella zona coloniale, in particolare con i quartieri di Little India e Chinatown. Seconda colazione. Nel pomeriggio visita alla straordinaria Pagoda Shwedagon, vero cuore spirituale del Paese, costruito dai Mon in un periodo compreso tra il VI e X sec. Sulla pagoda Shwedagon sono sorte molte leggende, secondo la tradizione, il monumento originale fu costruito quando era ancora in vita il Buddha stesso. Cena e pernottamento. NOTA BENE: le visite descritte in questa giornata sono fattibili ESCLUSIVAMENTE per coloro che arrivano a Yangon nella mattinata. Per gli altri clienti in arrivo con diversi operativi, le visite classiche della città e la Pagoda Shwedagon verranno effettuate l'ultimo giorno prima della partenza per l'Italia.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Pagoda Shwedagon è uno stupa dorato alto novantotto metri: grazie alla sua posizione sulla collina di Singuttara (a Rangoon, a ovest del lago reale) domina il profilo della città. 
Si tratta della pagoda buddista più sacra per i birmani: qui sono conservate le reliquie dei quattro Buddha, ovvero il sostegno di Kakusandha, il filtro d'acqua di Konagamana, un pezzo dell'abito di Kassapa e otto capelli di Gautama, il Buddha storico.


3

Yangon/Bagan

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Amata Garden 4* o sim.

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Bagan, luminosa capitale del primo impero birmano tra il IX ed il XII secolo della nostra era. Qui gli imperatori edificarono migliaia di templi, pagode e monasteri, facendone il faro della civiltà birmana ed uno dei luoghi più celebri e spettacolari del sud-est asiatico, la cui vasta area archeologica è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Le caratteristiche architettoniche dei monumenti sono varie ma sono tutte accomunate dall’uso del mattone. I più celebri sono la pagoda di Shwezigon, che diverrà un prototipo per tutte le successiva arte religiosa birmana; il tempio di Ananda, capolavoro d'architettura, con una pianta simile ad una croce greca; il tempio di Htilominlo, famoso per le sue sculture in gesso. Pranzo in ristorante. Finite le visite, un drink di benvenuto introdurrà una cena tipica, a lume di candela, in un villaggio non lontano dai templi, con musica dal vivo per completare la serata. Pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Tempio di Ananda fu edificato nella zona di Bagan per ordine del re Kyanzittha e la sua costruzione ebbe inizio nel 1091 e durò diversi anni.
Il nome del tempio indica che questo è dedicato ad Ananda, cugino e discepolo del Buddha.
Lo stile architettonico risente molto dell'influsso indiano e molte strutture ricordano molto i templi induisti. Diverse parti del tempio, soprattutto le cupole, sono ricoperte di lamine dorate. La sua forma è simile a quella di una croce, verso la cima sono presenti diverse terrazze e il tempio sfocia in una pagoda finale, anch'essa ricoperta di lamina dorata. Lungo i lati delle terrazze e della base del tempio sono dipinte scene del Jakata, un racconto popolare.


4

Bagan/Mandalay

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Eastern Palace 4* o sim.

Prima colazione. In mattinata si prosegue con la visita dei templi situati nella zona sud-est della città, tra cui il Nanamanya, il Thambula ed il Lemyethna, conosciuti per le pitture murali di carattere mahayana. Visita ad una bottega per la lavorazione tradizionale delle lacche e seconda colazione. Nel pomeriggio partenza in bus per Mandalay, capitale dell'ultima monarchia birmana. Prima del tramonto si giunge al monastero di Shwe Kyin: qui, in un’atmosfera mistica e densa di spiritualità, i giovani monaci si mettono in fila per la preghiera della sera. Al termine della cerimonia trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il tempio di Manuha, uno dei più antichi di Bagan  deve il suo nome al re di Thaton che fu prigioniero a Pagan, ad Anawrahta. Si narra, che nel 1059 gli fu concesso di costruire questo tempio e che egli lo concepì in modo da rappresentare la sofferenza provocata dalla prigionia.  È un edificio rettangolare di due piani e contiene tre immagini di Buddha seduti e un'immagine di Buddha che entra nel Nirvana.


5

Mandalay

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Eastern Palace 4* o sim.

Prima colazione. Escursione in battello a Mingun, un villaggio situato sulla riva occidentale del fiume Irrawaddy. Si vedranno la pagoda Settawya, dove si potrà ammirare l'impronta del piede di Buddha in marmo, il tempio di Pondawyapaya vicino al fiume, la pagoda incompiuta di Mingun, dove solo un enorme mucchio di mattoni è quello che resta del grandioso palazzo voluto dal Re Bodawpaya. Visita infine della Mingun Bell, la più larga campana del mondo e pesante 90 tonnellate, del villaggio di Mingun e della pagoda di Shiburne, la più esotica pagoda costruita nel 1816 dal figlio del Re Bodawpaya in memoria di una delle sue mogli. Seconda colazione. Rientro a Mandalay e visita del monastero in tek di Shwenandaw e della Pagoda di Mahamuni, una delle più venerate della Birmania con la sua statua del buddha dorato. Si prosegue con la visita all'antica capitale Amarapura, situata 11 km a sud di Mandalay, dove si vedranno il monastero di Mahagandayon, abitato da centinaia di monaci, le botteghe di artigianato per la lavorazione della seta ed infine il famoso Ponte di U Bein, il più lungo ponte realizzato in legno di tek. Cena in ristorante e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Amarapura, antica capita di Myanmar, è ora una città di Mandalay.
Qui è situato il famoso ponte di U-Bein, che attraversa il lago Taungthaman e porta alla pagoda di Kyauktawu.
Importanti sia il monastero di Bagaya (oggi sede di un museo), sia quello di Mahagandayon, il più grande del Paese che può ospitare fino a mille monaci.


6

Mandalay/Lago Inle

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Amata Garden Resort 4* o sim.

Prima colazione. Partenza con il volo per Heho, nello stato dello Shan, confinante con la Cina e famoso per i suoi scenari naturali. Arrivo e proseguimento per il Lago Inle, bellissimo per il suo paesaggio e unico con i suoi percorsi. Il lago si trova a circa 900 metri sul livello del mare ed è un’oasi circondata dall’altopiano meridionale dello Shan. Molti sono i villaggi su palafitte popolati dagli Intha, un’etnia che si distingue dai vicini Shan sia per cultura e per dialetto linguistico, oltre che dall’insolito sistema di pesca: remano con le gambe pescando contemporaneamente con reti a forma di cono tese su telai di bambù. Visita in barca alla Pagoda di Phaung Daw Oo, il monastero di Ngaphae Chaung, gli orti galleggianti ed un laboratorio per osservare il tradizionale lavoro di tessitura. Seconda colazione. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Nella pagoda di Mahamuni a Mandalay si trova una grande statua di Buddha dormiente ricoperta da sfoglie d'oro che simboleggia la raggiunta serenità interiore, "l'obiettivo ultimo della continua ricerca di ogni credente".
Intorno al tempio una miriade di botteghe artigiane allestiscono le decorazioni e gli oggetti destinati al culto.


7

Inle

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Amata Garden Resort 4* o sim.

Prima colazione. Si continua l’esplorazione del lago con la bellissima escursione in battello al villaggio di Indein: si ammirerà il complesso del monastero Nyaung Ohak e la Pagoda Shwe Inn Thein, situata sulla cima di una collina e formata da uno spettacolare complesso di stupa purtroppo notevolmente danneggiati. Seconda colazione. Cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La pagoda di Phaung Daw Oo è situata sul lago Inle e racchiude cinque piccole e preziose statue del Buddha.
La festa della pagoda si tiene ogni anno nel mese di ottobre con grandi fasti. Durante i festeggiamenti quattro delle cinque statue vengono portate lungo le rive del lago su una preziosa chiatta finemente decorata, la quale si ferma in ogni villaggio per permettere agli abitanti di rendere omaggio alle statue. Durante l’ostensione vengono organizzate regate ed eventi musicali e regna un’atmosfera di festa e divertimento.


8

Inle/Yangon/Golden Rock

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Mountain Top o sim.

Prima colazione. In mattinata volo per Yangon. Arrivo e partenza alla volta di Kyaikhtiyo, situato a circa 160 km. da Yangon. Seconda colazione lungo il tragitto. Si prosegue a bordo di camion, per poi giungere all’hotel dopo un breve tragitto a piedi. Sistemazione ed inizio dell’escursione fino alla pagoda alta 5 metri e mezzo, che si trova in cima alla “Golden Rock” un enorme masso che, secondo la leggenda, si mantiene in equilibrio sull’orlo di un dirupo grazie ad un capello del Buddha, posto in un punto preciso del masso. Al termine della visita rientro in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Golden Rock è uno dei luoghi più sacri del Myanmar: ogni anno nella stagione secca, migliaia di pellegrini si arrampicano in cima per fare offerte e ingraziarsi Buddha e altri spiriti, retaggio della passata religione animista.
È un luogo magico dove si respira un’atmosfera mistica, soprattutto al tramonto e all’alba.  
In cima ad una montagna vi è un grande masso dorato sulla cui sommità è stato costruito un piccolo stupa alto circa sette metri: secondo la leggenda il masso si tiene in equilibro grazie a un capello del Buddha.


9

Golden Rock/Mawlamayine

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Ngwe Moe Hotel o sim.

Prima colazione. In mattinata partenza in direzione sud verso il cuore della regione di etnia Mon. Arrivo a Mawlamyine e seconda colazione. Nel pomeriggio visita della cittadina, posta sulla foce del fiume Than Lwin, nel XIX secolo importante centro coloniale britannico del paese. Visita del monastero della regina Sein Done, per finire al tramonto alla pagoda di Kyaikthalan, posta su una collina che domina la città. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Moulmein è il capoluogo e la città più popolosa dello Stato Mon, Birmania. La popolazione è caratterizzata da diverse etnie: quella principale è la Mon ma sono presenti anche minoranze bamar, anglo-birmane, karen, indiane e cinesi.
Durante il periodo coloniale, Moulmein aveva un sostanziale numero di Anglo-Birmani, quindi un'area della città si chiamava "Little England" proprio a causa di questa minoranza formata da operai delle piantagioni di caucciù.


10

Mawlamaiyne/Hpa An

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Thiri Hpa An Hotel o sim.

Prima colazione. La prima tappa è il villaggio di Kawhnat, un tesoro nascosto della regione che possiede tempi da un’architettura unica costruiti da U Nar Auk, un magnate birmano celebre durante l’epoca del colonialismo. Arrivo alla cittadina di Hpa An, capitale dello stato Kayin. Seconda colazione. Nel pomeriggio si prosegue per le grotte di Kawgoon: quest’ultima è uno spettacolare antro roccioso le cui pareti sono modellate da nicchie ed immagini del Buddha in terracotta. Si prosegue con la visita dello scenografico Kyaikalatt, una collina rocciosa che si erge nella bellissima campagna, sulla cui sommità sono state costruite alcuni stupa dorati. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Hpa An (denominata anche "Pa An") è il capoluogo dello stato di Kayin, ed è situata sulla sponda est del fiume Than Lwin, a circa duecentosettanta chilometri a est di Yangon. L'area urbana è circondata da uno spettacolare scenario montano carsico che si protende dalle pianure circostanti: molte di queste montagne contengono grandi grotte di importanza spirituale e religiosa. 
Interessanti, da visitare in cità, il museo etnologico e il Mercato Centrale, dove si possono incontrare diverse etnie Kyin.


11

Hpa An/Yangon

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Sule Shangri-La 4* o sim

Prima colazione. In mattinata rientro a Yangon e sosta per la visita dell’antica capitale Bago (Pegu), situata a circa 80 Km a nordest di Yangon. Si vedranno la pagoda di Shwemawdaw, una tra le più belle della Birmania e la Shwe Thahlaung pagoda, dove si potrà ammirare un enorme Buddha sdraiato. Seconda colazione in corso di visite. Nel pomeriggio proseguimento per Yangon e, durante il tragitto, visita della Kyaik Pun Pagoda dove sono raccolte 4 immense figure del Buddha. Arrivo a Yangon nel pomeriggio e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Bago, anche detta Pegu, è una delle maggiori città della Birmania.
Nel 1364 divenne la capitale di uno dei tanti stati birmani della storia, che successe al governo tartaro nella regione.
La leggenda in cui si perde la fondazione di questo luogo è molto suggesiva: narra che due principi fratelli, dopo aver visto un cigno maschio che sorreggeva la sua compagna su una piccola isola in mezzo all'acqua, decisero di fondare qui la propria città.


12

Yangon/Italia

Prima colazione. In mattinata continuazione delle visite di Yangon con il Buddha sdraiato alla Pagoda di Chaukhtatgyi, la Sule Pagoda ed il mercato di Bogyoke. Seconda colazione. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con volo per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Sule Pagoda è uno stupa birmano collocato nel cuore della bassa Yangon che occupa il centro della città e un importante spazio nella contemporanea politica, ideologia e geografia birmana.
Secondo la leggenda fu costruita dopo la Pagoda di Shwe Dagon durante il periodo di Buddha, più di 2500 anni fa: il luogo in cui ora sorge la pagoda Sule era una volta la dimora di un potente Nat (spirito) di nome Sularata.


13

Italia

Arrivo in giornata.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Partenza dall'Italia.


Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare