DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Israele classico

Durata 7 giorni, 6 notti
QUOTE A PARTIRE DA: 1628
  • Mistral Tour

Esclusiva Mistral Tour

Descrizione del tour

Un tour completo tra Galilea e Giudea tra siti archeologici e i luoghi santi della Cristianità.

Luoghi visitati

Tel Aviv, Nazareth, Gerusalemme

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia/Tel Aviv

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Atlas hotels o similari

Partenza con volo di linea. Arrivo a Tel Aviv, trasferimento in città e sistemazione nelle camere riservate. Cena libera e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Considerato il centro economico di Israele, Tel Aviv, in ebraico letteralmente “collina della primavera”, è la città israeliana più grande e popolosa, ed è situata sulla costa del Mar Mediterraneo. fFondata nel 1909 da un gruppo di residenti della vicina città di Giaffa e prende il nome da un passo della Bibbia in cui il profeta Ezechiele parla della “collina della primavera” come luogo in cui gli ebrei trovano finalmente dimora. 

 

A Tel Aviv hanno sede la maggior parte delle ambasciate straniere dei paesi che intrattengono delle relazioni diplomatiche con Israele, anche se la Santa Sede ha la sua “nunziatura apostolica” presso Giaffa.

 

Riconosciuta dall’UNESCO nel 2004 come “patrimonio dell’umanità”, Tel Aviv è anche chiamata ‘Sin City’ vista la grande quantità di locali notturni presenti in città.

Tra i luoghi d’interesse che meritano di essere visitati ci sono alcuni quartieri della città, ad esempio il Mercato Carmel e il quartiere Yemenita, oltre alle sue famose spiagge


2

Tel Aviv/Nazareth (o Haifa)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Old City (4 stelle) / Golden Crown Haifa o similari

Prima colazione. In mattinata visita della cittadina di Jaffa, la città biblica da cui è nata Tel Aviv situata a pochi km da Telaviv. Partenza verso la Galilea. Lungo il tragitto sosta per la visita dei resti della città romana di Cesarea Marittima: fondata da Erode il Grande, i suoi resti sono soprattutto di età romana quando divenne una delle città più importanti della Palestina; visita dei resti dell’ippodromo, l’anfiteatro, il teatro, l’acquedotto, una sinagoga con pavimento musivo ecc. Arrivo ad Acco, sul Mediterraneo, l’antica S. Giovanni d’Acri di epoca crociata: sosta alle mura, alla medina e alla fortezza degli ospedalieri. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio arrivo a Nazareth (o Haifa), cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Parco archeologico di Cesarea Marittima si trova tra Tel Aviv e Haifa, sulla costa mediterranea. La città fu fondata originariamente dai Fenici nel IV a.C., in periodo ellenistico e in seguito rifondata e riedificata da Erode il Grande tra il 25-13 a.C. 

Nel 6 d.C. divenne la capitale politica e militare della provincia romana di Giudea, divenendo così il luogo in cui risiedeva il governatore e procuratore romano. Sin dal periodo fenicio, questa piccola città è sempre stata prosperosa e abitata da popolazioni di varia etnia; il declino cominciò dopo la conquista degli arabi.

Cesarea Marittima possedeva un fiorente porto commerciale con un molo che proteggeva gli attracchi da sud e da ovest, e nelle vicinanze del porto, si ergeva il tempio di Augusto, in posizione sopraelevata. Sono ancora visibili i ruderi di un imponente anfiteatro e i resti di un acquedotto. 


3

Nazareth (o Haifa)/Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Grand Court (4 stelle) o similare

Prima colazione. In mattinata visita alla Chiesa dell’Annunciazione di Nazareth. Si prosegue con la visita di Tagba, il luogo dove avvenne il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci e Capharnao, con sosta all’antica Sinagoga ove Gesù iniziò la sua missione. Seconda colazione libera. Partenza lungo la valle del Giordano con sosta per la visita del sito archeologico di Beith Shean, una delle antiche città romane più importanti della regione. Arrivo a Gerusalemme e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Situata nella regione israeliana della Bassa Galilea e famosa per essere la città dove Gesù è vissuto e cresciuto, oggi Nazareth è la più grande città araba del nord di Israele. Vanta un grande patrimonio storico e culturale, e conta oggi 75.000 abitanti, di cui 31,3% cristiani e 68,7% musulmani.

Centro tra i più più sacri per la religione cristiana, Nazareth, è ricca di chiese, conventi e monasteri, mete di migliaia di fedeli in pellegrinaggio, ma qui è anche possibile visitare i segni del passaggio di popoli e culture che nel corso dei secoli hanno attraversato la Terra Santa.

Il centro storico di Nazareth oggi coincide con la città vecchia, dove si trova la grande basilica dell’Annunciazione, la chiesa più grande di tutto il Medio Oriente. La città è, però, anche un importante centro religioso per i musulmani: vi sorgono, infatti, numerose moschee, risalenti al periodo della dominazione ottomana come la moschea Makam al-Nabi Sain, la moschea della Pace e la famosa moschea Bianca.


4

Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Grand Court (4 stelle) o similare

Prima colazione. Giornata libera per escursioni facoltative. Cena e pernottamento. ESCURSIONE FACOLTATIVA: partenza per Masada, nel deserto di Giuda: visita della fortezza degli Zeloti espugnata dai Romani nel 73 d.C. Si prosegue con la visita della chiesa ortodossa di S. Gerasimo. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio breve sosta sulle rive del Mar Morto e, tempo permettendo, all'antica cittadina di Gerico. Rientro a Gerusalemme.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Masada è un'antica fortezza costruita a picco su una rocca a 400 metri di altitudine nel bel mezzo del deserto di Giuda da cui si scorge una magnifica vista sul Mar Morto. Era circondata da mura alte cinque metri, con una quarantina di torri alte più di 20 metri e considerata una fortezza inespugnabile per via della particolare conformazione del territorio. L'unico punto d'accesso a Masada era l’impervio Sentiero del serpente, così chiamato per via dei tornanti che lo rendevano difficoltoso per la cavalleria. Masada è Patrimonio UNESCO.

La fortezza è passata alla storia per l'assedio dell'esercito romano durante la prima guerra giudaica. Nel 66 a.C., Masada era stata conquistata da un migliaio di Sicarii che vi si insediarono con donne e bambini. L'esercito Romano, guidato da Lucio Flavio Silva, assediò la città dei ribelli arroccati nella fortezza ma gli abitanti, pur di non farsi catturare, si suicidarono in massa. Quando i Romani entrarono nella cittadella, trovarono solo cadaveri.


5

Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Grand Court (4 stelle) o similare

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita della città. La giornata inizia con la visita della “Spianata delle Moschee”, il luogo ove sorgeva il tempio di Salomone distrutto dai Romani, con le Moschee di El Aqsa e della Cupola della Roccia (visita soggetta ad autorizzazione e riconferma in loco); si continua con la sosta al Muro del Pianto, parte del quale fu fatto costruire da Erode il Grande nel 20 a.C. per contenere l’interramento sul quale sorgeva il complesso del secondo Tempio. Nel 70 d.C. i Romani distrussero il Tempio ma secondo i testi rabbinici la shechina (presenza divina) non ha mai abbandonato il muro; peraltro esso è ritenuto il più sacro di tutti i siti ebraici. Si prosegue con il giro della città vecchia, un luogo straordinario e carico di suggestioni, percorrendo i quattro quartieri in cui è divisa: armeno, ebraico, arabo e cristiano. Il quartiere armeno è costituito da una comunità molto chiusa e ha scuole, una biblioteca, un seminario e quartieri residenziali, tutto nascosto dietro alte mura. Le porte di questa città dentro la città vengono chiuse ogni sera. Il quartiere ebraico, che corrisponde approssimativamente all’area a sud di Bab as-Silsila e a est di Habab St, è una zona che si riconosce subito grazie alle pietre levigate, ai margini netti e precisi. Il quartiere arabo è la zona più brulicante e più densamente popolata della Città Vecchia e la troverete assolutamente affascinante. Il quartiere cristiano è dominato dal forte richiamo esercitato dal Santo Sepolcro; questo quartiere ospita chiese, monasteri e altre istituzioni religiose appartenenti a più di 20 sette cristiane diverse. Si visiterà la chiesa del S.Sepolcro che secondo le credenze sorge nel luogo autentico della crocifissione, sepoltura e resurrezione di Cristo. Passeggiata lungo la Via Dolorosa, e delle stazioni della "Via Crucis" che si snodano prima nel quartiere musulmano e poi in quello cristiano. NOTA BENE: in considerazione del grande afflusso di turisti e pellegrini all’interno della chiesa del Santo Sepolcro, l’ingresso all’edicola che custodisce la tomba di Gesù potrebbe essere non visitabile per le lunghissime attese e per non pregiudicare le successive visite previste nella giornata. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio visita allo “Yad Vashem” il Memoriale dell’Olocausto, eretto in memoria dei martiri della barbarie nazista. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La basilica del Santo Sepolcro, sorge a Gerusalemme, nel Quartiere Cristiano della Città Vecchia sul luogo in cui, secondo la tradizione cristiana, Gesù, crocefisso dai Romani, è stato sepolto prima di ascendere al cielo. L’edificio contiene anche quello che la tradizione considera il luogo della sepoltura di Gesù. La tomba vera e propria si trova all’interno di una delle due stanze dell’Edicola del Santo Sepolcro. La seconda stanza, invece, contiene la Pietra dell’Angelo, usata, secondo la tradizione, per sigillare la tomba di Gesù.

Costruito a partire dal 326 per volere di Sant’Elena, madre di Costantino, nel luogo in cui si riteneva che si trovassero il Calvario e la tomba in cui venne sepolto Cristo, l’edificio subì gravi danni a seguito di un incendio nel 1808 e di un terremoto nel 1928, e venne in seguito restaurato. Il Santo Sepolcro è l'unico luogo della cui esistenza si possiedono prove archeologiche risalenti ad appena un centinaio d'anni dopo la morte di Gesù.


6

Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Grand Court (4 stelle) o similare

Prima colazione. In mattinata continuazione della visita della città vecchia, con una passeggiata sopra le antiche mura della città e visita del Monte Sion e del Cenacolo. Si prosegue con la visita del celebre mercato di Mahane Yehuda. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio partenza per la visita del bellissimo monastero benedettino di Abu Gosh, costruito durante il periodo dei Crociati in stile romanico e con affreschi in stile bizantino recentemente restaurati. La giornata si conclude con la visita di Betlemme, con sosta per la visita della Basilica della Natività costruita sulla grotta dove nacque Gesù. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Betlemme si trova in Cisgiordania, a circa 10 km a sud di Gerusalemmeed è capitale del Governatorato di Betlemme dell'Autorità Nazionale Palestinese. Betlemme, in ebraico Beit Lehem, significa la "Casa del Pane”, per via del suolo fertile. La città è famosa soprattutto perché i Vangeli e la tradizione cristiana la indicano come il luogo di nascita di Gesù Cristo. Secondo la Bibbia, a Betlemme nacque anche Davide, secondo re di Israele e per questo è citata dall’evangelista Luca come "la città di Davide". 

Uno dei maggiori luoghi d’interesse è la Basilica della Natività, dichiarata nel 2012 Patrimonio Umanità UNESCO, sotto la quale si trova la Grotta della Natività. La stella in corrispondenza con l’altare, indica il luogo esatto della nascita di Gesù.

Altro monumento rilevante è la Chiesa di Santa Caterina, costruita nel XIX secolo e dalla quale si accede a una serie di grotte, tra cui la più famosa è la Grotta di San Giuseppe, nella quale si dice sia avvenuto il sogno di Giuseppe.


7

Gerusalemme/Tel Aviv/Italia

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Telaviv e partenza per l’Italia.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

L'Aeroporto di Tel Aviv-Ben-Gurion, è vicino alla città di Lod, 15 chilometri a sud-est di Tel Aviv, ed è la sede della compagnia di bandiera israeliana El Al. L'Aeroporto Ben Gurion è considerato uno degli aeroporti più sicuri del mondo. Il Terminal 3 è utilizzato per i voli internazionali e il Terminal 1 per i voli nazionali. L'aeroporto ha tre piste ed è utilizzato da voli commerciali, privati e militari.

 

 


Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare