Sudafrica

Documenti & info utili

Formalità d'ingresso

Per i cittadini italiani è necessario il passaporto con validità residua di almeno 30 giorni successiva alla data di uscita prevista dal Paese, e che abbia almeno 2 pagine bianche. Il passaporto dovrà avere necessariamente una validità residua di almeno 6 mesi se si combina un soggiorno in Sudafrica con altri paesi limitrofi (Namibia, Zimbabwe, Botswana, Zambia, Mozambico, Mauritius e Seychelles inclusi). Si raccomanda inoltre di verificare, prima della partenza, che il documento sia perfettamente integro. Fino a 90 giorni di permanenza nel Paese il visto viene rilasciato direttamente al momento dell’arrivo in frontiera. Se il soggiorno prevede la combinazione di più paesi, consigliamo vivamente di disporre di un congruo numero di pagine liberi da altri timbri. Se si viaggia con minori (sotto i 18 anni non compiuti) in arrivo, transito o partenza dal territorio sudafricano, ogni minore dovrà essere munito di passaporto individuale ed estratto di nascita plurilingue in cui siano riportati i nominativi dei genitori, pur se accompagnato da entrambi. Inoltre, nel caso in cui il minore viaggi accompagnato da un solo genitore o da un tutore, dovrà essere in possesso di una dichiarazione giurata (in forma di affidavit) riportante il consenso dei genitori. 

Vaccinazioni

Nessuna obbligatoria. Consigliata l’antimalarica per chi si reca a nord-est (confine con il Mozambico e Parco Kruger, parte del

Mpumalanga, Swaziland e Kwa-Zulu Natal) soprattutto nel periodo della locale estate.

Richiesto il Certificato contro la Febbre Gialla per chi proviene (compreso il transito superiore alle 12 ore) da aree a rischio (es. Repubblica democratica del Congo, Kenya, Tanzania, Zambia, etc.).

Fuso Orario

Un'ora in più rispetto all'Italia. Quando da noi vige l'ora legale la differenza viene annullata.

Clima

Le stagioni in Sudafrica, trovandoci nell’emisfero australe, sono invertite rispetto all’Italia. Nonostante i considerevoli cambiamenti climatici degli ultimi  anni, possiamo dire che il periodo invernale va da giugno a settembre, il periodo estivo da ottobre a maggio. Trattandosi di una regione molto vasta (quasi 4 volte l’Italia) esistono delle differenze all’interno dello stesso Paese. Indicativamente possiamo riassumere quanto segue:

- L’altopiano orientale, compresa Johannesburg e la zona dello Mpumalanga, ha inverni secchi e soleggiati con temperature tra i 20°C diurni e i 5°C notturni, con estati più calde, ma tra ottobre ed aprile frequenti sono i rovesci a carattere temporalesco soprattutto nel tardo pomeriggio.

- Nella regione del Capo l’inverno è freddo con temperature che oscillano tra i 17 e i 4°C. Le piogge vanno da giugno a settembre. I mesi estivi sono invece secchi e soleggiati con massime intorno ai 30°C.

- La zona orientale del Kwa-Zulu Natal è molto calda e umida d’estate, ma nelle calde acque della costa orientale si può nuotare tutto l’anno.

- La costa occidentale diventa progressivamente più secca e calda man mano che si sale verso nord.

Abbigliamento e Bagaglio

Consigliati abiti pratici in fibre naturali, prevalentemente di colori neutri che non contrastino con l’ambiente circostante. Da non scordare almeno un capo caldo per la sera ed una giacca a vento. Scarpe comode, cappellino, occhiali da sole, crema protezione solare, costume da bagno, repellenti. Indispensabile il binocolo. Raccomandiamo limitare al minimo il proprio bagaglio, utilizzando preferibilmente borse/sacche morbide. 

Se il viaggio prenotato include dei trasferimenti in aerei da turismo è fondamentale rispettare la franchigia massima che è solitamente fissata a Kg 20 incluso bagagli a mano ed equipaggiamento fotografico. E' obbligatorio utilizzare borse senza alcuna struttura rigida (es. trolley). 

Moneta

Il Rand Sudafricano (ca. 16 Zar = 1 €), non è reperibile in Italia. Le principali carte di credito sono generalmente accettate e sono sempre più diffusi i bancomat affiliati ai circuiti internazionali (Cirrus, Maestro, ecc.).

Lingue

Le lingue ufficiali del Paese sono 11. Infatti, all'Inglese ed all'Afrikaans, derivato dall'Olandese antico, oggi si affiancano le lingue delle popolazioni locali: Zulu, Xhosa, Swazi, Ndebele, Sotho del Nord e del Sud, Tswana, Venda e Tsonga. L’inglese è comunque parlato diffusamente.

Corrente elettrica

La corrente elettrica è di 220-250 Volt a 50 cicli al secondo. Le prese hanno tre grossi spinotti rotondi, sono facilmente reperibili gli adattatori nei negozi locali.

Alberghi, Lodge & Riserve

Le categorie alberghiere, se espresse, seguono le normative ufficiali vigenti del paese dove l’hotel è ubicato. Non sempre il criterio di valutazione locale corrisponde a quello europeo. Inoltre ove non sia in vigore una classificazione ufficiale, abbiamo espresso una nostra valutazione personale. 

Per alcuni itinerari il nome definitivo degli hotel confermati viene fornito un mese prima della partenza. 

Indirizzi e numeri telefonici degli hotel sono riportati nei documenti di viaggio. Molte Guest e Country House, Lodge e Campi Tendati in Africa non dispongono di riscaldamento. Vi preghiamo di tenerne conto per la preparazione dei bagagli se il viaggio dovesse svolgersi durante l’inverno locale (Giugno-Luglio sono solitamente i mesi più freddi). Eventuali richieste di camere comunicanti, camere ai piani alti o bassi, saranno da noi trasmesse ma la riconferma potrà avvenire solo in loco a completa discrezione dell’hotel. Mancate assegnazioni non potranno essere a noi imputabili. Di norma il giorno d’arrivo le camere si rendono disponibili dalle 15:00 e dovranno essere rilasciate il giorno della partenza entro le 10:00. A discrezione degli hotel è possibile anticipare o posticipare tale termini ma potrebbe essere richiesto un supplemento da regolarizzare in loco.

Ristorazione

I pasti possono essere a menù fisso o a buffet. In alcune Riserve Private il pranzo è sostituito da un “brunch” rinforzato servito al rientro dell’attività del safari mattutino. La ristorazione all’estero può essere diversa, anche nelle porzioni, rispetto alle nostre normali abitudini a prescindere dalla qualità del cibo proposto. Vi invitiamo a considerare il lato gastronomico come uno dei tanti aspetti da conoscere del paese che state visitando. Non è previsto alcun rimborso per pasti volutamente non usufruiti. Durante i trasferimenti più lunghi, soprattutto in aree remote, alcuni pasti sono previsti al sacco e talvolta la quantità del cibo può risultare limitata. Problemi alimentari seri devono esserci comunicati per iscritto in fase di prenotazione.

Comunicazioni

Il prefisso internazionale per chiamare il Sudafrica è 0027 seguito dal numero dell’utente con prefisso senza lo 0. Per chiamare l’Italia bisogna comporre lo 0039 più il prefisso nazionale con lo 0 per i numeri fissi e senza per i cellulari. La copertura per i GSM è buona in quasi tutto il paese, escluse le zone dei parchi e delle riserve. Controllare con il proprio gestore telefonico.

Soggiorno nei Parchi

Per chi raggiunge i parchi e/o riserve con il proprio autoveicolo raccomandiamo di controllare con anticipo gli orari di apertura/chiusura dei cancelli. Nel periodo estivo (locale) ad esempio il Parco Kruger osserva i seguenti orari:

Apertura Cancelli del Parco Kruger: ore 05.30 con apertura campi: ore 04.30

Chiusura cancelli del Parco Kruger e dei campi: ore 18.30

Nel periodo invernale (da Aprile a Settembre) i cancelli aprono circa mezz’ora dopo e chiudono almeno mezz’ora prima.

Acquisti

Nonostante il Sudafrica sia fra i principali produttori mondiali di oro e diamanti se ne sconsiglia l'acquisto in loco, poiché questi sono lavorati all'estero. Prodotti caratteristici del Sudafrica sono gli oggetti d'artigianato di legno scolpito, i lavori in rame ed in cuoio, i disegni su tappeti e tessuti, ma soprattutto minerali di ogni genere e pietre semipreziose. Per chi ama l’enogastronomia segnaliamo gli ottimi vini sudafricani. Per acquisti superiori ad un certo importo è possibile recuperare parte dell’IVA locale direttamente in aeroporto il giorno di partenza. La procedura è però un po’ complessa a partire dalla fattura che bisogna esigere al momento dell’acquisto. Tutta la merce acquistata e per la quale si richiede rimborso dell’IVA dovrà essere mostrata in aeroporto ma al di là del controllo passaporto (quindi bisogna non chiudere suddetta merce nel bagaglio da stivare). Segnaliamo che le file presso gli sportelli adibiti in aeroporto sono molto spesso lunghe quindi consigliamo anticipare le procedure d’imbarco quanto possibile per disporre del tempo necessario.

Mance

Malgrado le mance non siano obbligatorie, è ormai una consuetudine lasciarle e di fatto le aspettano guide, autisti, ranger e tracker, facchini e camerieri. Ricordiamo che le stesse vanno date se ritenete il servizio offerto all'altezza delle Vostre aspettative.

Indicativamente consigliamo prevedere:

Camerieri: 10 Rand a persona a pasto

Ranger:100 Rand per 4 safari a persona

Tracker (il ricercatore d'orme): 50 Rand per 4 safari a persona

Autista: 10-15 Rand al giorno a persona

Guida: 20-30 Rand al giorno a persona

Facchini: 10 Rand a valigia.

Guidare in Sudafrica

Per noleggiare un auto bisogna essere in possesso di una patente di guida (preferibilmente internazionale e comunque emessa dallo stesso paese del proprio passaporto) da almeno 1 anno, aver compiuto 18 anni ed essere in possesso del passaporto e carta di credito (intestata al guidatore principale del contratto). Ricordiamo che NON sono accettate carte prepagate, debit card, Post-Pay. In generale tutte quelle carte che non presentano caratteri sporgenti. La guida è a sinistra. 

Potete trovare  le  informazioni aggiornate sugli obblighi sanitari e sulla documentazione  necessaria  per l'espatrio   sul seguente sito : www.viaggiaresicuri.it

Il Quality Group